Federica Mazzocchi

Contralto, Solista

Un suono può parer di violoncello

ma è la voce invece ricca e scura

che aumenta con il tempo il canto bello

via via che con l’età si fa sicura

prendendosi Mahalia a suo modello

e della gente non ha più paura.

È lei fra tutti noi la voce antica,

solista preferita Federica

Francesca Vezzari

Soprano, Solista

Seguendola da presso scoprireste

Perché le piace il mondo parrocchiale:

sensibile è al richiamo della veste

di episcopo, di prete o diaconale.

Se vede frati o preti fa le feste

(che siano O o P non gliene cale):

con la sua voce angelica li adesca,

li porta fino in cielo la Francesca

Luca Roncoletta

Tenore, Solista

Si sbaglia a fissar luoghi orari e date

e invece che in saletta è al Musicò

perduto in cento ruoli e idee a palate

che ruotano confuse in un rondò

di urla belluine esagitate;

di tutti sa la voce e la sua no.

Le frasi ben tornite le manduca

e gemiti strazianti manda Luca

Shalom Gargioni

Soprano

Soprano fin da piccola in età

e pure di minuscola misura

con gli anni la troviamo ancora qua

sposotta, mamma e già di età matura

limato un po’ il carattere che ha,

più alta perché ha tacchi da paura.

Protesta quando il Bebo suona il tom:

ha il cuore delicato la Shalom

Roberta Bacilieri

Soprano

Costretta a inerpicarsi fino al re

ai brani del Vaccai ognor si affida.

Per fare un poco meglio di Mosè

si esercita cantando mentre guida

andando a lavorare da Noè

stordendo i guidatori con le grida.

Di fiato e di laringe non c’è esperta

Che possa stare al pari di Roberta

Claudia Sersante

Soprano

Non può stare tranquilla sulle scene

perché un concerto è pieno di imprevisti

che fan vibrare il sangue nelle vene

dei poveri incompresi apprendisti

che vogliono da subito far bene

e andare a tempo con i batteristi.

Se poi fa rima solo con Sabaudia

non se ne fa troppi problemi Claudia

Licia Recchia

Soprano


Laura Baldiotti

Contralto

Contralto rinomato il cui valore

eccelle in repertori diocesani,

per due evenienze vive nel terrore:

sbagliare il controtempo con le mani

e che la sposti infine il direttore

con l’altra tutta santa fra i soprani.

Non ha i capelli d’oro sparsi a l’aura

per stare concentrata e a posto Laura

Alberta Ranzato

Contralto


Luca Leopardi

Basso

Geniale forgiator di lingue nuove

conoscitor perito di ogni idioma

con lento e cauto passo ormai si muove

che di anni sente il peso della soma

Ma all’intima eleganza si commuove:

ha il vezzo di indossare il perizoma,

e ovunque il Direttore lo conduca

presente è sempre il socio anziano Luca